hocsblog

digital innovation data secure & executive consultancy


Lascia un commento

Fattura PA: nuovo formato da febbraio 2015

Il  processo di fatturazione elettronica verso la PA ha avuto un avvio difficoltoso ma in via di miglioramento, anche grazie al nuovo formato della fattura PA in versione 1.1 che entrerà in vigore dal prossimo 2 febbraio 2015.

La piattaforma del Sistema di Interscambio (SdI) che gestisce il ciclo di fatturazione elettronica tra operatori economici e Pubbliche Amministrazioni ha ricevuto, nel periodo dal 6 giugno al 31 luglio 2014, più di 240 mila file FatturaPA nel formato XML.

Il funzionamento del SdI si è maggiormente stabilizzato ed i dati di luglio 2014 registrano un trend in diminuzione  dei file scartati dal SdI ed un aumento del numero di file FatturaPA consegnati all’ufficio PA destinatario, identificato dal Codice IPA all’interno della fattura.

Proprio al fine di migliorare progressivamente il sistema, è stata pubblicata sul sito SdI la versione 1.1 del formato della FatturaPA, valevole dal 2 febbraio 2015, che recepisce svariate osservazioni e suggerimenti degli utenti. Fino a tale data le fatture dovranno essere trasmesse al SdI nel formato attuale v1.0.

 


Lascia un commento

Regolamento europeo eIDAS n. 910/2014

È stato pubblicato il 28 agosto 2014 nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea (EU Official Journal L 257) il Regolamento (UE) n. 910/2014  in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato europeo.

Il regolamento entrerà in vigore il prossimo 17 settembre 2014 e sarà direttamente applicabile in tutti gli Stati Membri UE, senza necessità di atti di recepimento e si applicherà nella quasi totalità a decorrere dal 1° luglio 2016.

Il provvedimento consentirà di uniformare a livello europeo il quadro tecnico-giuridico in tema di firme elettroniche, sigilli elettronici, marche temporali e documenti elettronici, unitamente ad omogeneizzare le previsioni relative ai servizi di raccomandata elettronica.

Da evidenziare per le persone giuridiche, l’introduzione del nuovo strumento ‘sigillo elettronico qualificato (o avanzato)’, quale prova dell’emissione di un documento elettronico con certezza dell’origine e dell’integrità del contenuto. Il sigillo elettronico potrà servire anche per autenticare, ad esempio, codici di software o server.

Altro punto interessante del provvedimento attiene il servizio elettronico di recapito certificato, che consente la trasmissione di dati fra terzi per via elettronica e fornisce prove relative al trattamento dei dati trasmessi, fra cui quelle dell’invio e dell’avvenuta ricezione dei dati; protegge i dati trasmessi dal rischio di furto, danni o di modifiche non autorizzate ovvero semplicemente dalla loro perdita.

Nel regolamento si  palesa il concetto di ‘neutralità tecnologica’: per la valutazione del valore giuridico e della efficacia probatoria di un documento elettronico, assume importanza il livello di autenticità dell’origine e di integrità.

Il nuovo regolamento comunitario, tema di firma elettronica qualificata, all’art. 25 comma 2°, stabilisce che la firma elettronica qualificata ha effetti giuridici equivalenti a quelli della firma autografa.

E’ possibile visualizzare il Regolamento eIDAS sul link:

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?uri=OJ:JOL_2014_257_R_0002

 

 


Lascia un commento

Open-DAI

The Open-DAI project runs from 2012 through 2014. Eleven partners from four European countries — Italy, Spain, Sweden and Turkey — work together for enabling public administrations to:
Open data to a wide audience of potential users through an open data hub. This lets us correlate data and potentially implement new digital public services.
Evolve information systems toward an open model with a Service Oriented Architecture in order to overcome the current closed and monolithic structures.
Host services in a scalable cloud infrastructure.
Innovation, business opportunities and digital services are the three goals that drive Open-DAI.

http://www.agid.gov.it/notizie/open-dal-dato-open-data-services


Lascia un commento

Rating di Legalità Imprese Antitrust

Dopo quasi due anni dalla delibera pubblicata in Gazzetta Ufficiale con cui l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) aveva approvato il “Rating di legalità”, finalmente dall’8 Aprile 2014 il relativo decreto attuativo del Ministero dell’Economia è entrato in vigore.

Il Rating di legalità costituisce un sistema premiante per le imprese che rispettano la legge, si allineano ai più elevati standard etico/sociali, di governance e compliance.

Si tratta in buona sostanza di una ‘certificazione’ del tasso di legalità dell’Impresa, effettuata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e resa pubblica.

Aderire all’iniziativa è un’occasione per le Imprese di diffondere la cultura della legalità, promuoversi a livello internazionale e, last but not least, ottenere finanziamenti.

Come richiedere il rating di legalità: http://www.agcm.it/rating-di-legalita.html

 


Lascia un commento

Conservazione sostitutiva e documenti fiscali: le nuove regole

Dopo dieci anni, decade il più vecchio dei decreti sulla conservazione dei documenti elettronici. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto del MEF del 17 giugno 2014, è stato abrogato il precedente decreto del 23 gennaio 2004. Ci sono quindi nuove regole da rispettare per la conservazione digitale dei documenti rilevanti ai fini fiscali; nuove regole che – fortunatamente – semplificano e razionalizzano gli adempimenti.

TERMINI PER LA CONSERVAZIONE

La novità principale riguarda le tempistiche con cui le fatture, attive e passive, devono essere inviate al sistema di conservazione. Con le precedenti norme, il termine era molto rigido: entro 15 giorni dall’emissione o ricezione del documento. Forse per una generale sfiducia verso tutto ciò che è digitale, il legislatore imponeva, per avere garanzia sulla staticità ed immodificabilità dei documenti privi di supporto cartaceo (ma siamo sicuri che chi stampa le fatture su carta, anche a distanza di settimane…

View original post 550 altre parole


Lascia un commento

I vantaggi della Firma Grafometrica per il commercialista

Diario di Bordo - il blog di Pc Planet

Per un commercialista la firma grafometrica è una manna dal cielo . 

Ma pensate a questo :

  • La copia ad uso interno con la firma del contribuente non viene più stampata
  • La copia del contribuente non viene stampata e archiviata
  • Non viene stampata la documentazione probatoria della dichiarazione
  • Il commercialista può offrire il servizio di conservazione sostitutiva ai suoi clienti
  • I clienti del commercialista non devono imparare a fare altre cose, ma firmano normalmente
  • Non si vede un foglio di carta in ufficio
  • Ci si sente completamente nativi digitali e si ha la bella sensazione di usare al meglio le nuove tecnologie
  • Si utilizza una tecnologia usabile

La Firma Elettronica Avanzata e la Conservazione Sostitutiva consentono di tagliare i costi di produzione, gestione e archiviazione dei documenti:

  1. Riduzione dei costi per carta, toner e manutenzione stampanti
  2. Riduzione dei costi per raccoglitori e possibilità di riallocare i locali adibiti ad…

View original post 138 altre parole


1 Commento

E’ nato l’Istituto Italiano Open Data

L’Istituto Italiano Open Data è nato a maggio 2014. Si configura come rete di associazioni, organizzazioni, enti, gruppi e persone singole, e vuole avere la duplice funzione di catalizzatore di energie e capacità e di raccordo tra i diversi protagonisti sugli open data, per favorire l’incontro tra domanda e offerta, lo scambio e la condivisione di pratiche, strumenti, tecnologie, la valorizzazione degli open data come opportunità di crescita economica.

http://www.agendadigitale.eu/smart-cities-communities/917_ecco-perche-si-e-costituito-l-istituto-italiano-open-data.htm

 


Lascia un commento

Digital Identity dal 2015?

L’identità digitale sarà la chiave d’accesso di ogni utente per tutti i servizi della pubblica amministrazione. Ci basteranno username e password ed un codice generato di volta in volta per accedere a tutti i servizi federati, anche privati.

Si discute di identità digitale a Restart Europe il prossimo 7 luglio

http://www.restart-europe.eu/default.html#home

 

 


Lascia un commento

E-ENVOICING IN UK

The UK Revenues and Customs office has officially published the revises rules on electronic invoicing. This new notice cancels and replaces Notice 700/63 that stems from 7 years ago: June 2007. The new notice has been updated to reflect the European changes in invoicing regulations of 2013. The new notice also contains revised content to reflect the technological advances since the previous version. However these changes remain technology neutral.Immagine